CARICAMENTO...
05 Gen

Fare trading online

Il trading online è ormai sulla bocca di tutti ed attrae sempre più investitori. Dalla sua parte ha sicuramente la semplicità e l’accessibilità messe a disposizione da numerose piattaforme di trading, tra cui Trade.com.

Prima di giocare con i propri risparmi, però, è caldamente consigliato spendere un po’ di tempo per studiare le basi del trading online e aprire un conto demo con Trade.com per sperimentare le proprie strategie. In un precedente articolo abbiamo esposto il meccanismo principale di funzionamento dei contratti per differenza, ci limitiamo quindi ora solo a ricordare che si può ‘scommettere’ in due direzioni, ovvero posizionarsi in acquisto se si pensa che il particolare strumento possa aumentare di valore, oppure in vendita, se si pensa che lo strumento andrà in perdita a breve.

Partiamo con il dire innanzitutto che Trade.com, e il sistema dei contratti per differenza, sono stati concepiti per investimenti di breve termine, spesso intra-day. Detto questo andiamo a vedere quali sono i principali strumenti di analisi tecnica in nostro possesso che ci consentiranno di calarci nel mondo del trading online con un approccio consapevole.

Le candele giapponesi

Ogni investitore deve conoscere le basi dell’analisi tecnica per potersi informare adeguatamente. L’analisi tecnica si fonda sul concetto che il prezzo di uno strumento racchiuda in sé tutte le informazioni necessarie per una corretta interpretazione del trend dello stesso. Il valore del cfd, quindi, è il punto di partenza per ogni tipo di studio.

Uno strumento fondamentale e largamente utilizzato per l’analisi del prezzo sono le candele giapponesi. Una candela racchiude in sé numerose informazioni: assume un colore verde se in chiusura del periodo di riferimento il titolo ha acquistato valore, oppure rossa se ne ha perso. Il corpo della candela rappresenta i valori di apertura e di chiusura del nostro strumento, mentre le code ci indicano il minimo e il massimo registrati durante la contrattazione.

A questo punto entrano in gioco le ‘formazioni’ che originano da più candele in successione. In questo articolo non abbiamo la possibilità di analizzare i vari pattern che si possono riconoscere in una sequenza di candele ma consigliamo di studiarli in altra sede in quanto ad ogni formazione corrisponde una indicazione di aumento/diminuzione di valore ed una probabilità ad essa associata.

Le medie mobili

Allo studio delle candele vanno associate analisi statistiche basate perlopiù su medie mobili. Non consigliamo di utilizzare un numero elevato di indicatori in modo tale da non creare troppa confusione, specialmente in chi si avvicina per le prime volte al trading online basato sull’analisi tecnica.

Anche qui ci limitiamo ad introdurre i concetti fondamentali. Solitamente si attivano dei segnali di acquisto o di vendita di uno strumento quando il suo valore eccede o cade al di sotto della media degli ultimi valori registrati. Ovviamente numerosi sono i tipi di indicatori, ma il concetto è sostanzialmente sempre lo stesso.

Volumi

In ultimo, bisogna tenere sotto controllo i volumi scambiati. L’ammontare del volume ci dà sempre una buona panoramica sulla appetibilità del nostro strumento sul mercato e quindi dell’interesse o del disinteresse nei suoi confronti.

Abbiamo così esposto in maniera sintetica i principali e più importanti strumenti a cui anche gli investitori più esperti ricorrono per operare sul mercato dei contratti per differenza. Vi consigliamo di approfondire gli argomenti trattati e di andare a registravi su Trade.com per aprire il vostro conto demo ed applicare le vostre strategie!

I CFD sono strumenti complessi e comportano un elevato rischio di perdite. L’utilizzo dell’effetto leva può incrementare le perdite in lassi di tempo relativamente brevi. È opportuno ricordare che tra il 74% e l’89% degli investitori al dettaglio perde denaro con il trading di CFD. Prima di operare con i CFD,

Lasciaci Un Commento